Una sabato sera speciale per Paola Paggi. Una gara carica di emozioni. Il capitano si è confidato  ai microfoni di Radio 2.0 alla fine della sfida: “A noi servivano punti e ce l’abbiamo messa tutta, ma soprattutto nei finali dei set sono state brave loro. Peccato per noi. Perché avevamo bisogno di punti e adesso dobbiamo un po’ sperare negli altri risultati”.
Ma per Paola Paggi non è stata una partita come tutte le altre. Per un motivo in più:
“C’era un’atmosfera particolare, il Palazzetto era pieno e quindi era giusto rendere onore a tutte le persone che sono venute a vederci. I nostri tifosi riescono sempre a stupirci: nonostante i nostri risultati, ci sono sempre vicini e ci danno una carica particolare.
Li ringrazio per come ci hanno sempre seguito, nonostante le difficoltà, nei momenti belli e brutti. Il mio saluto è anche un po’ particolare perché questa è stata la mia ultima partita a Bergamo: per me era importantissima questa gara anche per questo motivo. E’ stata un’emozione ancora più grossa e quindi ringrazio tutti. E’ stato bellissimo in questi anni.
E’ andata come è andata però ce n’è un’altra da giocare e questo è l’importante”.

Anche Miriam Sylla ha parlato del percorso della Foppapedretti ai microfoni di RAISport: “Non abbiamo avuto una stagione fortunatissima, ma non ci piace piangerci addosso. Non abbiamo mai mollato e siamo sempre scese in campo con l’intenzione di fare bene. Purtroppo credo che esistano anche degli anni così. L’unica cosa che si può fare è continuare ad andare avanti. Dobbiamo pensare a noi e non agli avversari prima di tutto, soprattutto a quello che dobbiamo fare noi in campo e poi vedremo cosa faranno gli altri.
Non è stata una stagione facile, ma non sono il tipo che si piange addosso. L’unica cosa che mi va di fare è pensare alla prossima gara. Questa Foppapedretti ha bisogno di punti per potersi salvare e non retrocedere perché non se lo merita. Poteva essere una squadra da primi quattro posti, ma siamo decime, quindi dobbiamo pensare al nostro. Purtroppo potevamo ma adesso siamo, quindi dobbiamo pensare a salvarci. Senza guardare al di fuori, a quello che succede, perché sarebbe ancora peggio, avremmo troppe cose a cui pensare: per quanto riguarda il futuro della Società penso ci siano delle persone addette. Noi siamo focalizzate su quello che possiamo dare per contribuire a far sì che questa Foppapedretti continui ad esserci.
Posso dire che tutte le giocatrici che indossano questa maglia ne sono onorate. Purtroppo qualche volta non riusciamo a mettere in campo tutto quello che vorremmo, ma per noi è veramente importante indossare questa maglia. Per me soprattutto”.

COME E’ ANDATA LA VE NTUNESIMA DI CAMPIONATO. La penultima giornata della Samsung Galaxy Volley Cup di Serie A1 Femminile regala straordinarie emozioni ed emette qualche verdetto, lasciando però ancora tanto da dire all’ultimo turno che si disputerà interamente sabato 10 marzo alle 20.30. Come mai era accaduto negli ultimi anni, a un solo match dalla fine della Regular Season sono tre le squadre ancora in lizza per conquistare il primo posto. L’Igor Gorgonzola Novara, infatti, vìola il PalaVerde per 3-2, ottenendo la terza vittoria consecutiva contro l’Imoco Volley Conegliano e impedendo alle venete di festeggiare il primato matematico. Nonostante il successo, le azzurre restano dietro alla Savino Del Bene Scandicci, vittoriosa a Bergamo, perché a parità di punti – 48 contro i 50 dell’Imoco – hanno ottenuto un successo in meno.
Nella corsa alla migliore posizione per disputare i Play Off, il Saugella Team Monza si impadronisce temporaneamente del quarto posto, ottenendo in rimonta il successo al tie-break al PalaPanini di Modena. Lunedì sera toccherà alla Unet E-Work Busto Arsizio replicare, nel posticipo contro una Pomì Casalmaggiore affamata di punti per sperare nell’ottavo posto. Che è sempre più in mano a Il Bisonte Firenze, autore di un perentorio 3-0 sulla myCicero Volley Pesaro utile ad aumentare a 4 le lunghezze di vantaggio sulle casalasche. In coda alla classifica, la Lardini Filottrano vince per 3-1 al PalaBorsani e continua a sperare: le marchigiane si portano a -1 dalla quota salvezza, rappresentata dalla Foppapedretti Bergamo, e condannano la SAB Volley Legnano alla retrocessione in A2.

SAMSUNG GALAXY VOLLEY CUP
I RISULTATI DELLA VENTUNESIMA GIORNATA
Foppapedretti Bergamo – Savino Del Bene Scandicci 1-3 (22-25 25-23 19-25 17-25)
Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara 2-3 (21-25 22-25 25-19 25-16 11-15)
Liu Jo Nordmeccanica Modena – Saugella Team Monza 2-3 (25-23 25-19 21-25 21-25 12-15)
SAB Volley Legnano – Lardini Filottrano 1-3 (25-18 22-25 23-25 20-25)
Il Bisonte Firenze – myCicero Volley Pesaro 3-0 (25-16 25-18 25-20)
lunedì 5 marzo, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Unet E-Work Busto Arsizio – Pomì Casalmaggiore

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano 50; Savino Del Bene Scandicci 48; Igor Gorgonzola Novara 48; Saugella Team Monza 35; Unet E-Work Busto Arsizio** 35; Liu Jo Nordmeccanica Modena 31; MyCicero Volley Pesaro 29; Il Bisonte Firenze 26; Pomi’ Casalmaggiore** 22; Foppapedretti Bergamo 18; Lardini Filottrano 17; Sab Volley Legnano* 15.
* un punto di penalità
**una partita in meno

IL PROSSIMO TURNO
sabato 10 marzo, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Saugella Team Monza – Foppapedretti Bergamo
sabato 10 marzo, ore 20.30 (diretta LVF TV)
myCicero Volley Pesaro – Imoco Volley Conegliano
Pomì Casalmaggiore – Liu Jo Nordmeccanica Modena
Savino Del Bene Scandicci – Unet E-Work Busto Arsizio
Lardini Filottrano – Il Bisonte Firenze
Igor Gorgonzola Novara – SAB Volley Legnano