E’ ancora tie break. Ed è ancora vincente. Da applausi e in rimonta: la Foppapedretti ci prende gusto e si fa trascinare dai mille del PalaNorda.
Trovatasi sotto due set a zero, si è rialzata, ha ripreso Busto e lo ha costretto alla resa sotto i colpi di Sylla e Acosta, di una Marcon cecchina nel tie break e di un muro vicino alla perfezione (20 di squadra, 8 di Sylla e 5 di Popovic).

LA GARA. La Foppapedretti mette in scena al PalaNorda il sestetto vincente nell’ultimo turno contro Casalmaggiore: Strunjak, Malagurski, Popovic, Malinov, Sylla, Acosta e il libero Cardullo.
Busto risponde con Stufi, Gennari, Orro, Diouf, Bartsch, Berti, e il libero Spirito.

L’avvio di gara è di Busto. Le rossoblù provano a rincorrere, si avvicinano con Sylla e Acosta, l’attacco della Foppapedretti va addirittura a segno con una miglior percentuale realizzativa, ma Busto sfrutta 4 ace, gli attacchi di Bartsch, Gennari e Diouf e si porta sull’uno a zero.

Le rossoblù rialzano subito la testa, si spingono avanti, Busto agguanta la parità e si viaggia affiancati fino al 17-17. Quando Busto strappa il break, coach Micoli prova il cambio di diagonale inserendo Battista e Boldini per Malagurski e Malinov, ma sotto 18-21 torna al sestetto di partenza. Una fiammata di Acosta e Popovic accorcia le distanze, ma sono le ospiti a strappare di nuovo il set e ad andare sul due a zero.

La Foppapedretti si presenta trasformata nel terzo parziale: Acosta prende il posto di Malagurski in diagonale con Malinov, Marcon rinforza la ricezione e si vola 10-2. Busto si avvicina con Diouf ed è 12-8. Acosta interrompe l’avanzata e Busto cambia diagonale con Piani e Dall’Igna, ma Acosta e Sylla (4 muri punto e 4 attacchi messi a terra oltre a una ricezione positiva al 90% e perfetta al 60) spingono fino al 17-11. Rientrano Diouf e Orro, Acosta infiamma il PalaNorda, Boldini entra in battuta e fa ace: è 22-13. Risponde Diouf, ma Acosta chiude per il 25-17.

Si riparte ed è battaglia: il pubblico del PalaNorda infiamma gli spalti, Acosta e Sylla fanno lo stesso in campo ed è 16-12. Busto reagisce e risale fino a 15, Marcon e Acosta rilanciano. Un muro e un pallonetto di Sylla rispondono a Bartsch e Berti, Popovic firma il 24-20, ma il sigillo sul set che apre le porte del tie break è ancora della schiacciatrice venezuelana.

Busto si porta avanti con Diouf e Stufi, Marcon attacca e mura, un infortunio al ginocchio costringe Acosta a lasciare il campo a Battista, ma Marcon fa 5 e sorpassa. Il 6-5 è di Battista al servizio. Le risponde Bartsch, ma il muro di Malinov su Diouf vale l’8-6 al giro di campo. Ora è il turno di Sylla, inarrestabile fino all’11-6, quando lascia la scena a Popovic. Sul 13-9 rientra Acosta, Popovic fa 14, Gennari annulla il primo match point, ma è ancora Roslandy Acosta a chiudere i giochi.

Foppapedretti Bergamo-Unet E-Work Busto Arsizio 3-2 (21-25, 21-25, 25-17, 25-22, 15-10)
Foppapedretti Bergamo: Strunjak 4, Malagurski 6, Battista 1, Popovic 12, Cardullo (L), Marcon 8, Paggi n.e., Boldini 1, Malinov 8, Ruffa n.e., Sylla 23, Acosta 21. All. Micoli
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani , Stufi 10, Spirito (L), Gennari 13, Dall’Igna , Orro 6, Wilhite 4, Diouf 21, Bartsch 17, Berti 7, Negretti , Chausheva n.e., Botezat . All. Mencarelli
Arbitri: Gianluca Cappello e Giuliano Venturi
Video Check: Claudio Conti

Note
Durata Set: 24’, 27’, 22’, 23’, 16’
Battute Vincenti: Bergamo 3, Busto 5
Battute Sbagliate: Bergamo 10, Busto 7
Muri: Bergamo 20, Busto 16
Errori: Bergamo 21, Busto 23
Spettatori: 1.033
Incasso: € 8.932