Il PalaNorda riapre le porte al Campionato e mette di fronte due squadre ferite dopo la prima giornata: Foppapedretti Bergamo e Liu Jo Nordmeccanica Modena.
Sono le emiliane a rialzarsi, conquistando al vittoria in quattro set in cui la Foppapedretti ha provato ha invertire la rotta, ha lottato, ha strappato con forza ogni punto, ma le assenze e gli infortuni hanno avuto un peso ancora una volta decisivo: senza Malinov e Sylla, senza Popovic dal terzo set, con Marcon dolorante alla schiena, con un’altra giovanissima in panchina: Michela Breda, schiacciatrice classe 2000 dal Settore Giovanile del Volley Bergamo.

LA GARA. In campo ci sono Foppapedretti con Malagurski, Popovic, Marcon, Paggi, Boldini, Acosta e il libero Cardullo, Modena con Heyrman, Montano, Bosetti, Ferretti, Calloni, Barun e il libero Leonardi.
La fase di studio iniziale dura fino al 10 pari. Quando Modena, dopo essersi trovata a rincorrere, strappa un break. La Foppapedreti riaggancia sul 13 pari e si torna al punto a punto fino al nuovo break di Barun per il 16-14 di Modena. Il muro di Acosta prova a fermare le ospiti, Malagurski le rincorre e dal 18-24 la Foppapedretti strappa il 24-24 con Acosta. Calloni firma il nuovo vantaggio, Malagurski pareggia e lo fa anche Popovic dopo un errore inbattuta rossoblù. Al muro di Bosetti risponde Malagurski, la Foppapedretti sbaglia in battuta e Heyrman (80% in attacco nel primo set) chiude: 27-29.

In equilibrio le fasi iniziali del secondo set. Popovic, dolorante alla caviglia destra, deve lasciare il match a Strunjak e in campo ci si rincorre, punto a punto. Fino al 15 pari. La Foppapedretti riesce a spingersi avanti e con Marcon va 19-16: le rossoblù non si spengono e con Paggi e Malagurski aggrediscono Modena fino al 24-19. Un ace di Boldini riporta la parità.

Modena riparte spingendosi subito avanti ed è 2-6. Il vantaggio si allunga ed è 4-10. Le rossoblù non riescono a rispondere e sul 6-16 Battista dà respiro a Malagurski. La Foppapedretti non riesce però a ricucire lo strappo e finisce 16-25, due a uno per la Liu Jo. Che sfrutta l’onda del vantaggio per ripartire con il piede sull’acceleratore. Le rossoblù lottano su ogni palla, ma Heyrman, Barun e Caterina Bosetti sono i terminali d’attacco con cui Modena continua a forare le difese bergamasche: finisce 18-25 e tre set a uno per le ospiti.

Foppapedretti Bergamo-Liu Jo Nordmeccanica Modena 1-3 (27-29, 25-19, 16-25, 18-25)
Foppapedretti Bergamo: Strunjak 6, Imperiali n.e., Malagurski 11, Battista 1, Popovic 5, Breda n.e., Cardullo (L), Marcon 8, Paggi 7, Boldini 2, Sylla n.e., Acosta 13. All. Micoli
Liu Jo Nordmeccanica Modena: Garzaro , Heyrman 18, Leonardi (L), Montano 12, Vesovic n.e., Bosetti 13, Ferretti , Pistolesi n.e., Calloni 12, Tomic , Pincerato , Barun-Susnjar 15, Bisconti. All. Gaspari
Arbitri: Andrea Pozzato e Dominga Lot
Addetto al VideoCheck: Claudio Conti
Referto Elettronico: Antonio Moscardi

Note
Durata Set: 29’, 23’, 22’, 26’
Battute Vincenti: Bergamo 1, Modena 1
Battute Sbagliate: Bergamo 13, Modena 14
Muri: Bergamo 7, Modena 18
Errori: Bergamo 22, Modena 27
Spettatori: 1.136
Incasso: € 9.902