Ci sono emozioni a cui non è possibile dare un nome.
Ci sono emozioni che non dovrebbero esistere.
Ci sono dolori che vogliamo cancellare.
Ci sono momenti in cui è giusto alzare la voce. E questo è ciò che abbiamo scelto di fare. Questo è il nostro momento per dire: “Ferma la violenza contro le Donne”. Questo è ciò che diciamo con il Calendario Solidale 2018.

Atlete e Tecnici del Volley Bergamo Foppapedretti si sono messi di fronte all’obiettivo per schierarsi dalla parte delle Donne.

“Nelle precedenti edizioni del nostro Calendario, abbiamo sempre cercato di ispirare un sorriso. Quest’anno urliamo invece un messaggio: le donne non si toccano. Alle donne dobbiamo il nostro rispetto – spiega il Presidente del Volley Bergamo, Luciano Bonetti – Il Volley Bergamo, da sempre attento ai temi sociali, quest’anno ha scelto di richiamare l’attenzione verso una piaga della nostra società che deve essere fermata. E le nostre atlete si sono ancora una volta prestate ad essere testimonial di una campagna che vorremmo avesse la massima risonanza”.

Alla vigilia della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, il Volley Bergamo ha presentato a Palazzo Frizzoni, nella sede del Comune di Bergamo, la partnership con l’Associazione Aiuto Donna – Uscire dalla Violenza onlus che ha portato alla realizzazione di un progetto fotografico che mostra i segni della violenza, non solo fisica, sulle donne.

“La nostra Associazione – ha spiegato la Presidente, Oliana Maccarini – è un centro antiviolenza che dal 1999 accoglie donne che subiscono violenza nelle relazioni di coppia o familiare.
La violenza maschile contro le donne si manifesta nelle diverse forme: fisica, psicologica, sessuale, economica e stalking. Insieme con la Donna, possiamo individuare il percorso di uscita dalla violenza. Donne esperte sono a disposizione per ascoltare le storie e riconoscere il valore di ogni donna che è alla base della sua forza”.

Con il Calendario 2018, il Volley Bergamo ha presentato tredici immagini che mettono di fronte a una dura realtà che non dovrebbe esistere: il fenomeno della violenza maschile contro le donne, un crimine e una violazione dei diritti umani.

Gli scatti, realizzati ancora una volta dal fotografo Antonio Finazzi e curati dai grafici di Teknet, spingono a una presa di coscienza e urlano un messaggio: “FERMA LA VIOLENZA”.

“Ci siamo messe di fronte alla macchina fotografica ancora con maggior entusiasmo quest’anno – spiega il capitano Paola Paggi – Il nostro calendario è da sempre un’occasione speciale per aiutare chi lotta per un obiettivo in ambito sociale e abbiamo sempre sentito il piacere e la responsabilità di fare parte di un progetto. Quello del calendario 2018 ci ha responsabilizzato ancora di più: siamo donne, siamo un gruppo di donne, chi più di noi dovrebbe mettersi in prima fila a lottare per questa causa? Abbiamo la possibilità di puntare i riflettori su una grande ingiustizia, perciò è un dovere, da parte nostra, sfruttare la nostra immagine per invitare la gente a riflettere. Per invitare la gente a fermare la violenza sulle donne. Fermiamo questa ingiustizia”.

Il Calendario sarà distribuito al PalaNorda in occasione degli incontri della Foppapedretti Bergamo a offerta libera.

 

Qui il video presentazione del Calendario 2018 “Ferma la Violenza”

Il Backstage

Le Campagne Solidali del Volley Bergamo

 

ASSOCIAZIONE AIUTO DONNA. L’Associazione Aiuto Donna Uscire dalla violenza ONLUS è un CENTRO ANTIVIOLENZA operativo in Bergamo e Provincia dal 1999 con la finalità di prevenire e contrastare ogni forma di violenza contro le donne sia in ambito familiare che sociale.

Il centro antiviolenza ha lo scopo di:

– offrire aiuto alle donne che subiscono molestie, maltrattamenti e violenze in famiglia, nel rispetto della loro cultura, etnia, religione, restituendo loro autonomia, maggior senso di dignità ed autostima;
– sviluppare una forte solidarietà tra le donne contro la violenza di ogni tipo;
– promuovere il dibattito e la divulgazione di temi che riguardano la violenza maschile contro le donne, il riconoscimento del loro valore e dell’inviolabilità del loro corpo, anche attraverso la proposta di nuove normative.

A questo scopo, con la voce “SOSTENIAMOLE” ha aperto un Conto Corrente Bancario, che attende la generosità di tutti colori che vorranno collaborare perché: “quando una violenza spegne un sorriso, la solidarietà può accendere una speranza”

c/c presso UBI BANCA
Aiuto Donna – Progetto Sosteniamole
IBAN IT18G0311111101000000000932

Aiuto Donna – Centro Antiviolenza
Via San Lazzaro 3, Bergamo
Tel. 035 212 933
Fax. 035 41 31 651
Email info@aiutodonna.it
Ufficio stampa: ufficiostampa@aiutodonna.it
www.aiutodonna.it