L’adunata è fissata per lunedì 21 agosto. E’ questa la data che segnerà l’avvio della stagione 2017|2018 per la Foppapedretti. Che si ritroverà a Bergamo nella sede di via Albricci iniziando con una prima giornata di colloqui e valutazioni fisiche.

Il gruppo non sarà ovviamente al completo: ci saranno Paola Paggi e Paola Cardullo, Francesca Marcon, Jennifer Boldini e Lucia Imperiali. Due liberi, un’alzatrice, una centrale e una schiacciatrice.
Da valutare la data di rientro di Valeria Battista, che potrebbe continuare ad essere impegnata con la Nazionale Under 18 dopo che nelle scorse settimane ha conquistato la medaglia d’oro al Festival Olimpico della Gioventù Europea.
Da definire anche la data di arrivo della venezuelana Roslandy Acosta, che sta ultimando le pratiche burocratiche per lo sblocco del suo trasferimento in Italia.

Si dovrà invece attendere la conclusione dei Campionati Europei di fine settembre per rivedere a Bergamo Malinov e Sylla, impegnate con la Nazionale italiana, Popovic e Malagurski, con quella serba, e Strunjak, con quella croata.

Per le rossoblù è pronto uno Staff Tecnico rinnovato: insieme al coach Stefano Micoli, ci saranno il suo secondo, Daniele Turino, e l’assistente Matteo Prezioso.

Turino, dopo due stagioni da assistente del tecnico Lavarini, passa al ruolo di vice allenatore, mentre Prezioso, dopo nove stagioni nel Settore Giovanile del Volley Bergamo, fa il grande salto in serie A.

Come sarà impostata la fase di preparazione ai match ufficiali? Ce lo spiega Stefano Micoli: “Sarà un inizio con un buon carico fisico e lavoro in piscina. Sarà importante evitare infortuni in fase di preparazione, perché sono quelli peggiori. Quindi il “veleno” lo daremo in piccole dosi… Ma con una buona fase di volume per richiamare l’abitudine al lavoro quotidiano in palestra”.

Fin dai primi giorni… “Testeremo quello che è stato fatto individualmente nei mesi di pausa dalle competizioni e da lì ripartiremo insieme”.

Qual è stata la prima impressione alla pubblicazione del calendario gare del nuovo Campionato?
“Il percorso è spaccato in due, nel senso che nella prima parte ci aspettano subito cinque partite su sei di alto livello, con Modena, Casalmaggiore, Busto, Conegliano e Novara. Un blocco importante.
Mentre nella seconda parte ci aspetta una fase non direi più abbordabile, ma più in discesa rispetto all’inizio impervio”.

Hai già un’idea della scala dei valori delle avversarie?
“Nelle prime sei partite incontreremo tutte le papabili alla vittoria finale, perché penso che Modena, Casalmaggiore, Conegliano e Novara siano un gradino sopra le altre. Ma attenzione alle sorprese che potrebbero arrivare da Scandicci e dalla stessa Busto che incontreremo già alla quarta giornata. Ha allestito una buona squadra e potrebbe essere una mina vagante”.

Una fase iniziale tosta a cui la Foppapedretti arriverà al completo solo a ridosso della prima gara.  Uno scoglio in più.
“Tutte le ragazze stanno però trascorrendo l’estate lavorando. Chi in Nazionale, chi seguendo una tabella impostata dal nostro Staff.
Quando saremo al completo, più che dal punto di vista atletico, dovremo lavorare sulle dinamiche di squadra, in tutte le sue coordinazioni, dal palleggio al muro-difesa. E avremo meno di due settimane per farlo, per rodare e per arrivare pronti alla prima di Campionato che considero importantissima: gli Europei finiscono il primo di ottobre, avremo quindi pochi giorni per creare un sistema nostro che sia efficiente. Diciamo che affrontare le squadre toste all’inizio, ci consentirà però di sviluppare una seconda parte del girone con una preparazione più completa a livello di squadra”.

Qui il calendario Gare del Campionato 2017|2018